Straordinariamente “l’ulivo”




Arte e cultura | Giusy Guitti | 10 agosto 2012 alle 15:21

Quando sono in viaggio verso la mia terra di origine, dal finestrino del treno o dell’automobile sto sempre attenta a cogliere la schiera di ulivi che si stagliano, con forza e determinazione sul territorio pugliese. Essi sono la prima avvisaglia che il viaggio sta per terminare e sono arrivata a destinazione.

L’ulivo è un albero che ha, per il nostro territorio, una storia millenaria ed affascinante, regalo, gradito, di quei Greci che trovarono terra fertile nella nostra terra, tanto da chiamarla Magna Grecia, la grande Grecia, in cui ancora oggi si trovano tracce di un passato glorioso, nascoste tra i campi di pomodoro, dove caporali sfruttano emigranti e no, e tra i fumi dell’ Ilva.

Questo albero, forte e pieno di dignità, è il protagonista di una serie di oli su tavola e resine create da Francesco Cisaria.
L’artista, nativo di Ostuni dove vive dal 1954, non è figlio d’arte; nato da genitori commercianti, studia presso l’Istituto d’arte di Monopoli e poi al Politecnico di Torino. Tiene la sua prima personale, dopo varie collettive giovanili, ad Ostuni nel 1982.
La serie di opere rappresenta ulivi antropomorfi che descrivono, con il groviglio delle loro braccia-rami, sentimenti forti ed intensi: tra le opere presentate spicca

“Dominatrice”, in cui, nonostante i colori tenui tra il glicine ed il verde acqua, trapela tutta la forza di una Natura leopardianamente maligna alla quale l’uomo non può opporsi…

Tags:

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Roma su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Giusy Guitti

Giusy Guitti Giusy Guitti Ama il cinema, il teatro, l'arte e i libri...adora la moda e tutto ciò che è bello. Le piace passeggiare per la sua città e soprattutto adora scrivere di tutto ciò che la coinvolge!
Sito:


3 commenti

  1. Grazie, grazie di cuore.
    Sono rimasto piacevolmente sorpreso e lusingato, grazie ancora .
    Francesco Cisaria

  2. Giusy scrive:

    Sono contenta che le sia piaciuto..grazie per l’entusiasmo con cui ha accolto la mia recensione.
    Sono rimasta affascinata dalle sue opere.

  3. Grazie,credo sappia cosa significa per un’artista avere un elogio disinteressato, infondo cosa sarebbe l’Arte senza la condivisione? Nulla!!!

Lascia un commento